Regione Lombardia

Percorso ciclopedonale Migliaro_Castelverde

Ultima modifica 26 luglio 2017

Con la rete dei percosri ciclopedonali, l'Amministrazione comunale intende avvicinare i cittadini ed i visitatori-ospiti, alla cultura del territorio e del paesaggio: un nuovo modo di vivere e "riconquistare" l'ambiente nei suoi vari aspetti.

Da Cremona - Migliaro a Castelverde (Km. 12)

Primo tratto: Migliaro-Ossalengo (Km. 3)
L'inizio del percorso si situa nella frazione di Cremona Migliaro, presso la parrocchiale. Dopo poche decine di metri in direzione Boschetto, inizia, a sinistra, la ciclovia del Naviglio. Il primissimo tratto del percorso lungo lo storico canale si immerge nel paesaggio agrario tipico, con una vegetazione autoctona. Dopo circa 3 km si incontra l'attraversamento della strada provinciale n. 40. Qui sono possibili due varianti alternative. A destra, dopo qualche centinaia di metri, si incontra la frazioen di Ossalengo, con tre grandi cascine: Picenarda, Mainotello e Podere Vernazzi. Verso sinistra, invece, si può arrivare a Castelverde (Km. 2), dopo aver attraversato la frazione di Livrasco. Lungo il percorso si incontra l'imponente Cascina Cortenuova o FAbbrica, perfettamente conservata nelle sue strutture ottocentesche.

Secondo tratto: Ossalengo-Spalloni del Naviglio (Km. 2)
Proseguendo la Ciclopedonale del Naviglio Civico - attraversata la provinciale - ci si immette, dopo un km. circa, nel tratto più caratteristico dell'intero percorso. Il fondo stradale è, per rispetto più integrale dell'ambiente, un sentiero in terra battuta, dove i visitatori si trovano immersi totalmente nel verde e in una vegetazione tipica, prevalentemente connotata da Olmi e Robinie. Il percorso prosegue poi fino agli Spalloni )Scanno della Magia), così chiamati per la confluenza di diversi canali con relative antiche paratoie ea combinazione: vero museo del sistema idrico cremonese. I più allenati potranno proseguire verso Casalbuttano (circa 5 km), ricollegandosi - via Polengo - alla frazione di S. Martino in Beliseto (Altri 2,5 km).

Terzo tratto: Spalloni del Naviglio - S. Martino in Beliseto (km. 2,5)
Svoltando a sinistra, su una strada comunale poco trafficata, si giunge a Marzalengo, con l'importante parrocchiale intitolata a S. Biagio. Giunti sulla strada principale, si svolta a destra, raggiungendo S. Martino in Beliseto (attraversamento pedonale protetto della ex-statale Bergamasca), con la bella chiesa parrocchiale di S. Martino Vescovo. Due deviazioni su strade trafficate consentono di raggiungere altrettanti cascinali di notevole importanza e bellezza: Cavallara, con la seicentesca Villa Schinchinelli, e Mancapane, interessante per la sistemazione neo-gotica ottocentesca che si proponeva di imitare il castello medioevale.

Quarto tratto: S. Martino in Beliseto - Castelverde (km. 2,8)
In paese, svoltando a sinistra, ci si può portare sulla "Pista ciclabile dei Dossi", che si snoda sull'antico sedime della statale bergamasca abbandonata negli anni '20 dello scorso secolo. E' un percorso suggestivo, ben alberato, che lambisce il grazioso cimitero di Marzalengo e la storica cascina del Dosso Boroardo, di cui è imminente un recupreo abitativo. Si giunge così di nuovo a Castelverde, dal cui centro si possono iniziare diversi percorsi (vedi A2) ben segnalati dall'edicola promozionale ubicata sulla Piazza Volontari del Sangue.

Il rientro al Migliaro è garantito attraverso la via Castelverde vecchia (in principio via Breda) e, dopo circa 3,5 km, la via Erno.