Regione Lombardia

Percorso ciclopedonale Cambonino_Castelverde

Ultima modifica 26 luglio 2017

Con la rete dei percosri ciclopedonali, l'Amministrazione comunale intende avvicinare i cittadini ed i visitatori-ospiti, alla cultura del territorio e del paesaggio: un nuovo modo di vivere e "riconquistare" l'ambiente nei suoi vari aspetti.

Da Cremona - Cambonino a Castelverde (Km. 14)

Primo tratto: Cambonino-Castelverde (Km 4,5)
Il percorso prende inizio in zona Cambonino, Via Castelverde. La via si inoltra per la campagna (incorciando la via Erno), poi prosegue finacheggiando rogge, cascinali, un mulino, il piccolo aeroporto del Migliaro. Dopo il tratto più alberato e suggestivo, si giunge sul territorio di Castelverde, dove, all'incrocio con la via Breda, si trova lo storico Castello di Breda de' Bugni, posseduto per secoli dalla famiglia Trecchi. Girando a sinistra, è possibile una viariante in direzione Costa S. Abramo lungo il "Percorso ciclopendonale del Castello di Breda". Proseguendo per la via Breda - invece - si giunge al centro del capoluogo, con l'importante parrocchiale di S. Archelao e il palazzo Visconti, sede del Municipio.

Secondo tratto: Castelverde-Castelnuovo del Zappa (km. 2,7)
Al centro del paese, proseguendo per via Ferrari si raggiunge la torre dell'acquedotto. Qui, svoltando a sinistra, si giunge - attraverso la via Delle Rose, all'inizio della "Ciclabile Castagnino - Castelnuovo" per Castelnuovo del Xappa, che ripercorre la vecchia strada comunale (ora sterrata) che congiungeva Castagnino Secco (antica denominazione di Castelverde) con questa frazione. Qui merita una sosta la parrocchiale di S. Michele Arcangelo.

Terzo tratto: Castelnuovo del Zappa-S. Martino in Beliseto (km. 2,5)
Svoltando a destra all'uscita della ciclabile (di fronte alla parrocchiale), si può proseguire sulla strada comunale di Licengo in direzione S. Martino. Pur non essendo una pista ciclabile, la strada di campagna, caratterizzata da traffico ridottissimo risulta assai tranquilla, senza pericoli per i ciclisti. A circa un km. si incontra l'interessante complesso di Licengo, in parte recuperato a villa residenziale. Si incontrano due bivi nei quali va tenuta sempre la direzione a destra. A S. Martino interessante la parrocchiale ottocentesca di S. Martino Vescovo.

Quarto tratto: S. Martino in Beliseto-Castelverde (km. 2,8)
Giunti in paese, di fronte alla parrocchiale, svoltando a destra, ci si può portare - lungo la via Ponchielli - sulla "Pista ciclabile dei Dossi", che percorre l'antica sede della provinciale bergamasca, abbandonata negli anni '20 del '900. E' una ciclovia suggestiva, ben alberata, che transita accanto alla cascina storica del Dosso Baroardo, di cui si sta per iniziare un recupreo abitativo. Si giunge così di nuovo a Castelverde.

Si può così tornare alla partenza ripercorrendo il primo tratto, oppure intercetando l'anello A1 in due diversi punti: a S. Martino (attraverso Marzalengo - tot. Km. 4) o a castelverde (via Livrasco - tot. Km. 2).